29 giugno 2010

Ranelagh Gardens

Ciao a tutti, come va?
Spero tutto ok, io sto cercando di portarmi avanti col lavoro e scrivere qualche post in questi giorni di relax (mi hanno finalmente concesso un ponte, hurra!).

Immagino che l'argomento di oggi sia sconosciuto ai più, parleremo infatti dei Ranelagh Gardens, una forma di giardino aperto al pubblico che costituì il principale rivale dei Vauxhall Gardens, di cui abbiamo parlato in precedenza.

I Ranelagh Gardens, conosciuti anche come Ranelegh o Ranleigh, a seconda dell pronuncia inglese adoperata, erano giardini d'intrattenimento situati nel quartiere londinese di Chelsea; essi ebbero il loro periodo di maggiore splendore tra la fine del diciottesimo secolo e la prima metà del diciannovesimo.


Storia
I Giardini Ranelagh prendono il loro inconsueto nome da Ranelagh House, una grande dimora appartenente costruita tra il 1688-1689 dal primo Conte di Ranelagh, finanziatore del Chelsea Hospital, che sorgeva poco distante (1685–1702).
Secondo Antiquities of Middlesex di Bowack, datato 1705, l'intera costruzione di Ranelagh House fu progettata e fatta costruire sotto la supervisione del conte, che si occupò anche di un primo embrione dei giardino.
La costruzione principale sarà poi demolita nel 1805 e, successivamente, lo spazio divenne un campo da calcio, precisamente il campo di allenamento del Fulham F.C., conosciuto con il nome di Ranelagh Ground.


Il Chelsea Hospital (costruzione a sinistra) e i
Giardini Ranelagh (destra - Rotunda) con l'imbarcadero
by Thomas Bowles
Nel 1741 la casa (ancora in piedi) e i terreni vennero acquistati da una cooperativa che faceva capo al direttore del Theatre Royal, Drury Lane, Sir Thomas Robinson, il quale, avendo fiuto per gli affari e sfruttando l'esempio dato dai Vauxhall, aprì al pubblico il parco come meta per l'intrattenimento nel 1742, ottenendo fin da subito un grandissimo successo di pubblico e critiche (Robinson trattava il tutto come un grande teatro con una gigantesca coreografia).
Rispetto ai Vauxhall, ormai in decadenza, i Ranelagh guadagnarono moltissimi punti, definendosi come la nuova meta imprescindibile del divertimento all'aperto, con attrazioni e personaggi decisamente degni di nota.

Horace Walpole, di cui avevamo già parlato nel post dedicato a Strawberry Hill, scrisse riguardo ai Ranelagh Gardens:
It has totally beat Vauxhall... You can't set your foot without treading on a Prince, or Duke of Cumberland. Hanno [i Ranelagh Gardens] totalmente sconfitto Vauxhall... Non puoi fare un passo senza imbatterti in un principe o nel Duca di Cumberland.
- Horace Walpole

Una parte dei giardini fu inizialmente demolita nel 1803, negli anni successivi altre parti furono chiuse o reinvestite.

Attualmente, a differenza di quanto è accaduto per i Vauxhall Gardens (cfr. Cosa ne fu dei Vauxhall Gardens), buona parte del territorio verde una volta adibito a parco è stato annesso al Chelsea Hospital e ospita l'annuale motra floreale, molto seguita in Inghilterra, conosciuta come Chelsera Flower Show, di cui si fa cenno nel libro di Katie Fforde intitolato Un sentimento inopportuno.


L'esterno della Rotunda, il padiglione cinese e alcuni sentieri
by Thomas Bowles, 1754

Innovazioni e logistica
La più grande invenzione dei Ranelagh fu l'apertura di feste e balli mascherati a tutti i presenti nel giardino.
Prima, infatti, le maschere erano un intrattenimento esclusivo dell'aristocrazia, che le adoperava nei salotti e nei ritrovi al chiuso, a Ranelagh, invece, chiunque poteva entrare con una maschera, durante un evento organizzato.

Come si è detto, Ranelagh Gardens era situato a Chelsea, all'angolo opposto dei Cremorne Gardens, che apriranno più avanti, quando la fama dei Ranelagh sarà ormai scemata e questi saranno prossimi alla chiusura.
I Ranelagh Gardens, che si affacciavano sulla riva del Tamigi, avevano per l'approdo un maestoso ingresso che si affacciava, in prospettiva, su tutto il parco e sulla villa Ranelagh House, creando un panorama suggestivo e affascinante.
La comodità di poter essere raggiunti con imbarcazioni, anzichè in carrozza, era inoltre da non sottovalutare: le strade della capitale, benchè fossimo nel Settecento, erano comunque affollatissime di carrozze e di pedoni e ci si spostava a rilento, senza contare che un viaggio via acqua era sicuramente più inconsueto e suggestivo.
Tutti i palazzi bene di Londra che si affacciavano sul Tamigi avevano un approdo o un imbarcadero per potersi spostare, una moda molto in voga già ai tempi dei Tudor.


L'interno della Rotunda
by Canaletto in 1754.

Il centro del Ranelagh Gardens era costituito dal grande edificiò rococò di forma circolare del diametro di 120 piedi (ca. 37 metri). La progettazione dell'edificio era ad opera dell'architetto William Jones, che era precedemente arruolato nella Compagnia delle Indie Orientali.

In questa costruzione, nel 1765, Mozart, di appena nove anni, si esibì per gli spettatori dei Ranelagh Gardens, suscitando stupore e ammirazione per le sue doti di bambino prodigio.

Il pittore italiano Canaletto dipinse i giardini varie volte, per diverse commissioni, in particolare si ricordano i quadri d'insieme e due interni della Rotunda, la costruzione a pianta circolare a cui abbiamo accennto prima.

Oltre alla Rotunda, di cui si è già detto, nei giardini vi era inoltre un padiglione cinese, seguendo la moda, allora molto in voga, delle cineserie e giapponeserie e il fascino esercitato dal lontano Oriente. Il padiglione venne aggiunto successivamente all'apertura, nel 1750, assieme ad un lago artificial e a diverse nuove piste e sentieri da passeggio.

Grazie all'atmosfera romantica e alle deliziose macchie di cespugli, come direbbe la signora Bennett, Ranelagh Gardens erano un luogo ideale per innamorati e corteggiatori, tanto che Edward Gibbon scrisse:
The most convenient place for courtships of every kind — the best market we have in England.
- Edward Gibbon
Il posto più conveniente per fare una corte di qualsiasi tipo - il miglior mercato che abbiamo in Inghilterra.

La rotonda fu la prima parte ad essere demolita, nel 1803, a causa di vari danni subiti.
Successivamente svariate parti del parco furono chiuse poichè i soldi non erano sufficienti al mantenimento dell'intera struttura.

Dopo di allora, con la struttura dimezzata e l'intrattenimento divenuto di bassa leva, i giardini finirono in fretta la loro vita come centro dell'intrattenimento.

Ridisegnati nel corso dell'Ottocento da John Gibson, furono poi annessi ai territori del Chelsea Hospital.


Se volete visitare i Ranelagh Gardens, o quel che ne rimane, vi lascio una piantina su come raggiungerla, ad ogni modo sono vicinissimi ad alla fermata della metro di Putney Bridge; a Londra la metro arriva praticamente dappertutto [mica come nella mia città, dove se si va a piedi si fa prima.. >:(].



E adesso la nostra consueta sezione dedicata agli approfondimenti


Sitografia & Bibliografia
Wikipedia (EN) - Ranelagh Gardens

LLC Books, Former Parks and Open Spaces of London: Vauxhall Gardens, Westcombe Park, Promenade Concert, St George's Fields, Ranelagh Gardens, Abney Park

Chelsea Historical Pageant: Old Ranelagh Gardens, Royal Hospital


LLC Books, Fulham F.c. Home Grounds: Craven Cottage, Loftus Road, Wimbledon and Putney Commons, Ranelagh Gardens, Barn Elms, Hurlingham Park

Cyril Fitz Gerald, Ranelagh and its items



Spero che il post sia stato interessante,
ciao!



Mauser

Nessun commento:

Posta un commento



Hai qualche idea?
Vorresti approfondire un argomento particolare?
Ci sono curiosità di cui vorresti scrivessimo?

Manda una mail a
georgianagarden@gmail.com